MUSEO DI PINOCCHIO

Nell’ex-Confraternita di Vernante sono esposte le tavole e i lavori di Attilio Mussino, primo disegnatore di Pinocchio, personaggio nato dalla fantasia di Collodi.

ECOMUSEO DELLA SEGALE

L'Ecomuseo regionale della segale, inserito all’interno del contesto naturale del Parco delle Alpi Marittime, è una delle tappe del percorso ecomuseale creato per documentare il rapporto della comunità locale con la segale, cereale fondamentale per l’economia del territorio, importante fonte di sostentamento del passato oggi recuperato e reinterpretato.

NECROPOLI PROTOSTORICA

I reperti rinvenuti presso il vicino sito archeologico di Valdieri sono preziosa testimonianza della frequentazione della valle in epoca protostorica.

MUSEO DEL VECCHIO MULINO

Le sezioni del Museo di Roccavione dedicate al mulino, all’etnografia e agli antichi mestieri forniscono importanti chiavi di lettura sul rapporto uomo-attività antropiche ed ambiente.

MUSEO TOSELLI – BERSEZIO

La ricca raccolta di documenti e cimeli legati al Maggiore Pietro Toselli, eroe peveragnese caduto in Africa Orientale, durante lo scontro con le truppe abissine all'Amba Alagi, evoca la memoria e celebra la riconoscenza dei peveragnesi nei confronti del concittadino di prestigio.

MUSEO DELLO SCI

Il Museo, inaugurato nel luglio 2012, racconta al visitatore tutta la storia dello sci e della Riserva Bianca, il comprensorio sciistico più noto della Provincia di Cuneo, della Valle Vermenagna e della sua risorsa più importante, la neve.

I BRONZI DEL MONTE CAVANERO

Trecento e più gioielli di quasi tremila anni fa. I reperti bronzei rinvenuti presso il monte Cavanero sono preziosa testimonianza dell’attività di un artigiano fonditore vissuto agli inizi del VIII secolo a.C.

MUSEO DELLA CERAMICA

Il colore e il fascino del tempo. La collezione di ceramiche conserva e trasmette la memoria storica e l’importanza della produzione di vasellame di terracotta e terraglia di Chiusa.

MUSEO DEI VETRI E DEI CRISTALLI

Forme e trasparenza. La collezione di vetri e cristalli ripercorre la storia della vetreria reale, trasferita da Torino a Chiusa di Pesio nel 1759 da Carlo Emanuele Re di Savoia.

MUSEO DEL FUNGO E DI SCIENZE NATURALI

Il Museo del fungo e delle scienze naturali di Boves ripropone l’atmosfera della wunderkammer, la camera delle curiosità: il fungo è il protagonista principale, ben diciotto teche, con riproduzioni in gesso e resina, sono dedicate a questo alimento tipico del territorio.

MUSEO DELLA CASTAGNA

La castagna, prodotto tipico della tradizione locale, è la protagonista di questo Museo immerso nel verde, nato per valorizzare un alimento che per secoli è stato importante fonte di sostentamento per le comunità locali.

MUSEO DELLA RESISTENZA BOVES

Nei locali del vecchio Palazzo Municipale, è allestita una mostra permanente di dipinti di grande valore documentario, che illustrano episodi di vita quotidiana dei partigiani impegnati sulle alture di Boves tra il 1943 e il 1945, ritratti da Adriana Filippi, giovane maestra sfollata da Torino per sfuggire ai bombardamenti.